Via Colle Verde, 5 - Varese

  • HOME
  • Blog
  • Trattativa Diretta: la nuova procedura del Mercato Elettronico
Trattativa Diretta: la nuova procedura del Mercato Elettronico

Trattativa Diretta: la nuova procedura del Mercato Elettronico

La procedura di richiesta di offerta si rinnova e soprattutto si semplifica, grazie alle novità introdotte da MEPA, il Mercato Elettronico per la Pubblica Amministrazione.

Si chiama Trattativa Diretta la nuova possibilità di procedere all’affidamento e all’acquisto di beni e servizi da parte della Pubblica Amministrazione e si distingue dalle trattative già esistenti, come l’Ordine Diretto e la Richiesta di Offerta, per la quale sono appena state pubblicate le nuove guide operative, perché si configura come una modalità di negoziazione rivolta ad un unico operatore economico.
Partendo da un’offerta a catalogo o da un oggetto generico di fornitura presente nella vetrina della specifica iniziativa merceologica, come per la RDO, risulta però semplificata rispetto a quest’ultima poiché non deve garantire pluralità di partecipazione e quindi non ne presenta le tipiche caratteristiche: non sono più necessari l’indicazione del criterio di aggiudicazione, i parametri per l’aggiudicazione del punteggio, l’invito dei fornitori, la gestione delle Buste di Offerta, le fasi di aggiudicazione.
La Trattativa Diretta è possibile ai sensi del D.Lgs 50/2016 art.36. comma 2, lettera A che rimanda all’Affidamento Diretto, e del D.Lgs 163/2006 art.63 che regola la Procedura Negoziata senza previa pubblicazione del bando con un solo operatore economico.

Questa nuova modalità, prevista dal nuovo Codice degli Appalti Pubblici e da effettuare ovviamente tramite sistema MEPA, consente di negoziare direttamente con un unico operatore economico e riduce notevolmente le tempistiche consentendo così procedure più immediate nell’acquisto di qualsiasi bene o servizio.
Le figure che possono avviare sul portale una Trattativa Diretta sono il Punto Ordinante e il Punto Istruttore: il Punto Ordinante è il soggetto autorizzato a firmare contratti a nome dell’Amministrazione di appartenenza, deve essere in possesso della firma digitale e può effettuare tutti i passaggi necessari per i sistemi di acquisto disponibili sul sistema di e-procurement per i quali risulta abilitato; il Punto Istruttore è il soggetto che può gestire la Trattativa Diretta per il Punto Ordinante a cui è associato. Come per la RDO, la trasmissione della richiesta, la risposta del fornitore e l’eventuale formalizzazione del contratto vanno eseguite a sistema, caricando i documenti firmati digitalmente. Si specifica inoltre che gli oggetti di fornitura richiesti possono appartenere anche a Bandi diversi: il Fornitore dovrà solo essere abilitato a tutti i Bandi oggetto della trattativa per poter presentare la propria offerta. 

Guida alla predisposizione della Trattativa Diretta
https://drive.google.com/open?id=0B2YrbSz4AHAsSHg1SUo4TTEzRlk