Via Colle Verde, 5 - Varese

  • HOME
  • Blog
  • Editoriale evento 15-16/11/2016 - La rivoluzione digitale nella PA
Editoriale evento 15-16/11/2016 - La rivoluzione digitale nella PA

Editoriale evento 15-16/11/2016 - La rivoluzione digitale nella PA

Numerosa l’affluenza ai webinar che si sono svolti i giorni scorsi nella sala meeting della nostra sede dedicati al CAD 3.0 e quindi al processo di digitalizzazione che coinvolge l’organizzazione di tutti i settori comunali. Hanno partecipato più di sessanta tra responsabili e amministrativi degli uffici tecnico, finanziario, tributi, anagrafe, segreteria e polizia locale, in rappresentanza di molti comuni della provincia di Varese e di Como.

In un vivace clima familiare, Paolo Beneduce, il nostro responsabile dell'area Pubblica Amministrazione, ha dato il benvenuto a tutti i partecipanti presentando brevemente quella che sarebbe stata la tematica affrontata, ovvero la necessità di digitalizzare tutti i procedimenti interni e anche quelli verso l’esterno e che coinvolgono quindi l’utenza della Pubblica Amministrazione. Non si presenta più come una scelta che può essere fatta semplicemente per modernizzare il comune ma sono ormai adempimenti da compiere obbligatoriamente il prima possibile per rispettare la normativa, alla luce di quelli che sono gli obblighi introdotti dal Decreto 179/2016 che apporta le modifiche al Codice dell’Amministrazione Digitale emanato nel 2005 nella sua prima versione e in previsione dell’attuazione del DPCM del 13 novembre 2014, sospeso lo scorso agosto e rinviato all’inizio del 2017.
Paolo Beneduce ha inoltre presentato un’altra direttiva legata alla digitalizzazione dei procedimenti che riguarda però gli strumenti coinvolti nella sua realizzazione, ovvero la necessità di conformarsi alle rigide regole per la sicurezza informatica delle pubbliche amministrazioni. Per il momento sono emanate da AGID in forma autonoma seguendo una direttiva del Presidente del Consiglio che sollecita le PA a prendere provvedimenti per la sicurezza informatica e assegna appunto ad AGID il compito di sviluppare le regole di riferimento, in attesa del Decreto sulla sicurezza informatica che verrà emanato probabilmente nel 2017 e che trasformerà queste regole in legge.
Sono previsti tre livelli di sicurezza che ogni Pubblica Amministrazione deve rispettare, adattando i propri sistemi: il livello minimo che permette di adottare lo stretto necessario e al di sotto del quale non si può scendere, lo standard che è la condizione di normalità e il livello alto che è la condizione ideale a cui ogni amministrazione dovrebbe puntare.
RDS propone un sopralluogo presso la vostra sede per compiere un’analisi e darvi un report dettagliato della vostra attuale situazione, illustrarvi le problematiche e gli interventi che è necessario compiere sui dispositivi e i software in dotazione, sui sistemi di sicurezza e tutti gli accorgimenti da adottare per la difesa dei dati.

Il webinar si è articolato in due parti: con un’introduzione sono state riassunte e illustrate tutte le scadenze previste dalla legge in materia di digitalizzazione e sono stati presentati i temi che saranno i grandi protagonisti del 2017 come il domicilio e l’identità digitale, il sistema SPID e i pagamenti elettronici. In seguito sono state illustrate tutte le novità del software gestionale StudioK, apportate per far fronte alla digitalizzazione, tra cui il Digidoc, il gestore documentale che permette di gestire e archiviare digitalmente qualsiasi documento, sia esso prodotto dall’ufficio o acquisito esternamente e che quindi assolve al dovere di avere tutti gli originali dei documenti in formato digitale. Dopo il coffee break offerto da RDS durante il quale si è creato un clima decisamente interattivo grazie allo scambio di opinioni e di esperienze tra i partecipanti, il webinar è ripreso con una parte molto più tecnica durante la quale è stata illustrata la gestione delle delibere e delle determine con l’obbligatorietà della firma digitale.

Siccome la digitalizzazione non riguarda solo i procedimenti interni, come può essere la creazione di una delibera, ma anche tutti i procedimenti verso l’esterno ovvero quelli con l’utenza, al termine del webinar Paolo Beneduce e Serena Mariani, responsabile marketing RDS e assistente dell’Area PA, hanno presentato lo Sportello Civico: è lo strumento attraverso il quale il cittadino, senza recarsi in comune, può conoscere i procedimenti gestiti dagli uffici comunali, accedere alla modulistica di settore, presentare telematicamente una pratica e consultare in tempo reale lo stato del proprio procedimento, esattamente come è richiesto dalla legge e semplicemente collegandosi al portale tramite un qualsiasi browser. Le pratiche presentate tramite lo Sportello Civico sostituiscono completamente la presentazione in formato cartaceo.
A tutti coloro che hanno partecipato è arrivato chiaro il messaggio che siamo pronti a supportarvi in questo difficile e necessario passaggio al digitale offrendovi assistenza tecnica ma soprattutto assistenza e consulenza normativa: RDS sta seguendo il Master “GAD - Gestione dell’Amministrazione Digitale” presso l’Università di Pisa, che intende illustrare il contesto normativo, gli strumenti e gli aspetti giuridici che caratterizzano la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e approfondire l’attuazione delle diverse tematiche nella pratica grazie all’intervento di esperti di E-Government, atti e procedimenti amministrativi nell’era digitale, identità digitale, SPID, PagoPA, anticorruzione, trasparenza, trattamento dei dati personali, accesso agli atti, appalti e profili contrattuali.
Al termine del Master, grazie alla certificazione rilasciata, saremo in grado di seguirvi in ogni passaggio legato alla digitalizzazione, compiendo sopralluoghi per analizzare la vostra situazione ed elaborando il giusto percorso da seguire, personalizzato a seconda della vostra realtà e in risposta alla normativa vigente.